figli · mamme

Quando si diventa mamma

Mamma è la prima parola che dicono i neonati di solito… (La prima sì ma poi mio figlio ha detto solo papà per mesi!)
Ma quando si diventa mamma? Forse quando si vede un test di gravidanza positivo o quando si sente il primo calcetto?
Non credo.
Il senso materno nella donna è innato. Basta pensare alla bimba piccola che gioca cullando la bambola mentre il maschietto non fa altro che inseguire la palla o le macchinine.
Ogni donna è mamma perché accudisce tutto e tutti: la casa, il marito, il cane, gli amici…
Da ragazze questo istinto viene un po’ nascosto, ci si vuole divertire, si accettano rapporti senza radici… Poi, a un certo punto,  scatta una scintilla, ticchettia l’orologio biologico, nasce la voglia di cambiare vita… Insomma, si comincia a desiderare un figlio sopra ogni cosa.
Quello è un punto di svolta.
Se hai il compagno giusto inizia la ricerca di un figlio, altrimenti inizia la guerra!
Molti uomini temono quel momento, altri scappano, altri ancora invece non aspettano altro.
Ci sono mamme che arrivano a quel punto di svolta per caso, per una gravidanza non desiderata eppure in quell’istante sentono di potercela fare.
Insomma la mamma è mamma nell’anima e non c’è nulla da fare!
Ma analizzo soltanto la condizione essere mamma volutamente.
Durante il ritardo delle mestruazioni si sognano tante cose: culle, pancioni, ciucci,  tutine colori pastello, visetti ciccioni, occhi vispi, manine esploratrici…
Poi decidi che non puoi più stare in bilico e compri test.
Quando ho fatto il mio ero molto tranquilla. Io non credevo di essere incinta.
Premetto che venivo da un brutto periodo in cui i ladri mi avevano svaligiato casa e così avevo deciso di fare un colpo di testa e avevo prenotato un viaggio ad Amsterdam con mio marito giurando che avrei provato ogni tipo di trasgressione per una volta nella vita!
Quando la pipì ha toccato la bacchetta del test e sono comparse le sue linee ho battuto la testa in avanti… non ci credevo… lo avevo desiderato davvero tanto…
Ho svegliato mio marito e gliel’ho mostrato. Siamo rimasti un bel po’ in silenzio, abbracciati a letto, pensavamo a cosa sarebbe successo da quel momento in poi, a come sarebbe cambiato tutto…
Nella mia testa sono partiti un milioni di pensieri: dalle certezze si passa ai dubbi e le paure…
Ora ero una mamma.
Da quel momento la sua salute è andata al primo posto ma… quante paure tutte insieme!
La prima: potrò fare quel viaggio?
Risposta del medico: vai!
La seconda: avrò la nausea?
Risposta: otto mesi di benessere assoluto (l’ultimo poi ve lo racconterò)
La terza: sono davvero pronta?
Risposta: troppo tardi ormai per chiederselo!
Ecco quello non è un punto di svolta ma un punto di non ritorno: quando sai di avere una vita dentro tutto ha un senso, uno scopo, un motivo e la prima volta che lo vedrai capirai che non avevi la minima idea di cosa fosse l’amore!

Scritto con WordPress per Android

Annunci

2 thoughts on “Quando si diventa mamma

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...